Champions league. Liverpool – Porto. Statistiche e probabili formazioni

Champions league, Quarti di finale, andata
Martedì 09 aprile

Ore 21:00 Liverpool – Porto


DIRETTA STREAMING

NOW TV

Le scelte di Jürgen Klopp e Sérgio Conceição per il match in programma martedì 9 aprile alle 21:00 ad Anfield a Liverpool.

Le probabili formazioni

  • Liverpool (4-3-3): Allisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Milner; Fabinho, Henderson, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané. All. Jürgen Klopp
  • Porto (4-4-2): Casillas; Maxi Pereira, Militão, Felipe Augusto, Alex Telles; Brahimi, Danilo Pereira, Otávio, Corona; Marega, Tiquinho Soares. All. Sérgio Conceição
  • Arbitro: Antonio Mateu Lahoz (Spagna)

Indisponibili: J.Gomez, Oxlade-Chamberlain, Lallana (in dubbio), Alex Telles (in dubbio)

Squalificati: Robertson (Liverpool), Pepe (Porto), Hector Herrera (Porto)

Diffidati: Danilo Pereira, Militão, Otávio

Quanti sono i precedenti tra le due squadre?

Queste due squadre si sono già affrontate sei volte in passato, con il Porto che non è mai riuscito a vincere. È la striscia negativa peggiore contro un singolo avversario in Europa per la squadra portoghese. Il Liverpool ha ottenuto tre successi e tre pareggi contro il Porto. Anche lo scorso anno queste due formazioni si sono affrontate in Champions League, ma agli ottavi di finale. Vinse nettamente il Liverpool, grazie allo 0-5 (tripletta di Manè e gol di Salah e Firmino) ottenuto in trasferta nella gara d’andata e allo 0-0 di Anfield nella sfida di ritorno.

Curiosità

Sorridono ai Reds i precedenti con il Porto, ma non solo. Il Liverpool, infatti, ha superato il turno quattro volte negli ultimi cinque quarti di finale disputati. L’unica eliminazione è arrivata contro il Chelsea, nella stagione 2008/2009. Anche lo scorso anno i Reds vinsero ai quarti contro il Manchester City, per poi battere la Roma in semifinale e arrendersi nella finalissima contro il Real Madrid. Il Porto, invece, ha passato il turno soltanto due volte nei sette precedenti in cui è arrivato ai quarti di finale. L’ultima nella stagione 2003/2004, quando poi andò a vincere la Champions League con José Mourinho in panchina. Anche nell’altra occasione in cui si qualificò in semifinale il Porto poi trionfò alla fine del torneo, nel 1987. I portoghesi si affidano ai gol di Moussa Marega, a segno da sei gare consecutive. Il centravanti classe 1991 potrebbe arrivare a sette, sarebbe il quarto a riuscirci nella storia dopo Edinson Cavani, Ruud van Nistelrooy e Cristiano Ronaldo. Il Liverpool, invece, conta su Sadio Mané, che nella fase a eliminazione diretta ha segnato 9 dei 13 gol fatti in Champions League (il 69%). Reti segnate tutte nelle sue prime 19 presenze in questa competizione, nelle prime 20 partite soltanto cinque calciatori hanno fatto meglio: Del Piero (14), van Nistelrooy (16), Shevchenko (14), Litmanen (14) e Soldado (16). Mané, in questa gara d’andata, avrà la possibilità di eguagliare o superare alcuni di questi. Il re degli assist, invece, è James Milner, primo in questa speciale classifica: ne ha forniti ben 10, più di chiunque altro dall’inizio della scorsa edizione della Champions League.

Qual è lo stato di forma delle due squadre?

Il Liverpool ha sofferto nel girone di qualificazione, perdendo tutte e tre le partite in trasferta e qualificandosi soltanto all’ultima giornata, con l’1-0 di Anfield contro il Napoli. Agli ottavi di finale, invece, è servita una grande vittoria in casa del Bayern Monaco (1-3) per qualificarsi dopo lo 0-0 in casa. In campionato i Reds sono momentaneamente primi, con due punti di vantaggio sul Manchester City ma con una partita in più. Nell’ultima gara la squadra di Klopp ha vinto per 1-3 in casa del Southampton con reti di Keita, Salah ed Henderson. Il Porto ha dominato il proprio girone di Champions League, conquistando 16 punti su 18 contro Schalke 04, Galatasaray e Lokomotiv Mosca. Agli ottavi di finale, dopo la sconfitta per 2-1 all’Olimpico contro la Roma, è riuscito a ribaltare tutto al ritorno ai supplementari, con il rigore decisivo trasformato da Alex Telles. Il Portogallo, la squadra di Conceicao condivide il primo posto con il Benfica a quota 69 punti